Skip to content
Site / Item / icon-back

Make it Digital

DIGITAL

21 Apr, 2022

Perchè i chatbot rivoluzioneranno il mondo della comunicazione

Quali sono le funzionalità dei chatbot? Si tratta di uno strumento sempre più diffuso ed utile che le aziende stanno utilizzando per offrire servizi ed assistenza ai clienti.

Chatbot: una tra le novità introdotte nel 2016 che ci portiamo volentieri anche nell’anno nuovo!

È uno strumento che gode di un potenziale enorme e che, infatti, sta creando molta curiosità tra il pubblico tanto che si vedranno sviluppi e diffusione considerevoli nel futuro.

Cosa sono i chatbot?

I bot, abbreviazione di robot, sono dei software di intelligenza artificiale. Nello specifico i chatbot sono programmi informatici che parlano, comunicano ed interagiscono autonomamente con le persone. Si tratta quindi di programmi che eseguono degli automatismi sulla base delle informazioni e delle richieste che ricevono dalle persone. Un chatbot si può quindi figurare come un utente immaginario, che ha però capacità cognitive e di analisi specifiche. Grazie all’applicazione dell’intelligenza artificiale, infatti, un chatbot è in grado di interpretare i segnali che riceve e rispondere coerentemente ad ogni query.

Funzioni di un chatbot

Un chatbot è ideato per sostituire le persone nei servizi di chat. Le attività che può svolgere sono varie, possono essere più di una e cambiano da un bot all’altro. Infatti, essendo un software, un chatbot può essere programmato per svolgere determinate funzioni e, sulla base di queste, recepire, decifrare e rispondere a qualsiasi richiesta riceva.

Le principali funzioni dei chatbot sono:

  • Fornire informazioni
  • Fornire link e contenuti
  • Vetrina di prodotti/servizi online e relativa vendita
  • Prenotazione servizi e relativa gestione

Questi solo alcuni esempi di attività che si possono implementare in una chat automatizzata; la strada da fare è ancora molta, ma visto l’enorme successo che stanno riscontrando tra il pubblico, si prevedono notevoli evoluzioni in questo settore. Gli ambiti di applicazione aumenteranno e con essi le attività che si potranno svolgere automaticamente attraverso questi software.

Perché un chatbot fa risparmiare tempo alle aziende

Dal momento che i chatbot sono pensati per fornire informazioni o servizi ben precisi, diventano uno strumento estremamente efficace per le aziende per automatizzare una serie di attività. Un chatbot può essere programmato per effettuare un primo livello di assistenza, ad esempio potrebbe fornire le informazioni che solitamente si trovano nelle FAQ. Oppure per dare informazioni in merito a prodotti, servizi, prenotazioni che, solitamente, si potrebbero trovare sul sito dell’azienda o si potrebbero ottenere dagli operatori di customer care.

Utilizzando questa tipologia di strumenti si ha un notevole risparmio in termini di tempo e risorse umane. Delegando ad un chatbot una serie di funzioni, si ha la possibilità di ricollocare risorse umane in altre attività aziendali che richiedono capacità e competenze più specializzate.

Chatbot aperti 24/24 – 7 giorni su 7

Un chatbot non chiude mai. In qualsiasi momento, in qualsiasi luogo o circostanza ci si trovi, il chatbot risponde. Che si tratti di informazioni su una prenotazione aerea, piuttosto che sulle previsioni meteo o su notizie di attualità, il chatbot è sempre pronto a rispondere. Non solo, per i bot che hanno integrata la funzione e-commerce, il grande valore aggiunto è che spesso permettono di concludere una transazione direttamente dalla chat stessa, senza costringere l’utente a spostarsi sul sito web per effettuare il pagamento.

Diventa quindi una questione di tempo: più un servizio è immediato e disponibile, maggiore riscontro e seguito avrà sul pubblico. A beneficiarne è, appunto, anche l’identità aziendale. Assicurando una presenza costante, uniformità di servizio e supporto offerto, il cliente ha fin dal principio una percezione positiva di un brand.

Facebook Messenger

Per poter funzionare, i bot si appoggiano ad applicazioni di instant messaging. Le due principali piattaforme che hanno sviluppato questo tipo di integrazioni sono Facebook Messenger e Telegram.

Ci soffermiamo su Facebook, che proprio nel 2016 ha lanciato questa release ai 900 milioni di utenti Messenger.

Abbiamo fatto un giro tra alcuni chatbot disponibili su Messenger e che vi riportiamo di seguito. Se non vi siete ancora imbattuti su un chatbot, vi consigliamo di provarli!

Fynd: è un bot che dà consigli sul mondo della moda, su prodotti specifici in base ai nostri gusti, sui trend del momento o sulle ultime novità dal mondo del fashion.

The Wall Street Journal: il bot del famoso quotidiano newyorkese fornisce informazioni sugli indici di borsa, le breaking news, piuttosto che sulle notizie dell’ultima ora.

HiPoncho: è un chatbot utile e divertente. In chiave ironica fornisce le previsioni meteo (veritiere!) della località richiesta, accompagnate da commenti, contenuti o gif scherzose. Il tutto giornalmente o settimanalmente, all’orario che si preferisce. Non solo, tra le features vi è anche l’oroscopo, che con uno stile ironico sarà sicuramente più divertente da leggere!

Pennycat bot: il chatbot dedicato ai coupon. Se volete scovare offerte di un brand specifico o di un prodotto, Pennycat troverà le offerte al momento disponibili.

Mirafiori Outlet: si tratta di un outlet di auto del gruppo FCA. Sulla base della posizione geografica, budget e tipologia di vettura desiderata, il chatbot fornisce offerte relative alle vetture disponibili. Una vera e propria vetrina online. Una volta identificato un modello di interesse, per consultare la scheda dell’auto e ricevere maggiori informazioni si viene reindirizzati sul sito mobile.

Abbiamo realizzato una demo del bot Mirafiori Outlet per mostrarvi le funzionalità!

Make it Digital

DIGITAL

13 Lug, 2022

Google Analytics e Garante della privacy: cosa sta succedendo

Di recente un provvedimento del Garante della privacy ha reso illecito l'uso di Google Analytics 3, ovvero Universal Analytics. Vediamo come adeguarsi.

Make it Digital

DIGITAL

10 Lug, 2022

Google Analytics 4: cosa cambia e quando cominciare a usarlo

Google Analytics 4 andrà definitivamente a sostituire Universal Analytics il 1° luglio 2023. Ecco cosa cambia con GA4 e quando cominciare a usarlo.

Make it Digital

DIGITAL

21 Giu, 2022

5 step per sviluppare un piano di Digital Marketing perfetto

Una strategia di Digital Marketing dev'essere progettata seguendo degli step ben precisi per permettere ad un'azienda di raggiungere determinati obiettivi.

Make it Digital

DIGITAL

13 Lug, 2022

Google Analytics e Garante della privacy: cosa sta succedendo

Di recente un provvedimento del Garante della privacy ha reso illecito l'uso di Google Analytics 3, ovvero Universal Analytics. Vediamo come adeguarsi.

Make it Digital

DIGITAL

10 Lug, 2022

Google Analytics 4: cosa cambia e quando cominciare a usarlo

Google Analytics 4 andrà definitivamente a sostituire Universal Analytics il 1° luglio 2023. Ecco cosa cambia con GA4 e quando cominciare a usarlo.

Make it Digital

DIGITAL

21 Giu, 2022

5 step per sviluppare un piano di Digital Marketing perfetto

Una strategia di Digital Marketing dev'essere progettata seguendo degli step ben precisi per permettere ad un'azienda di raggiungere determinati obiettivi.

Make it Digital

DIGITAL

25 Mag, 2022

Quando è la user experience a determinare il successo di un sito web

Cos'è la user experience e come può determinare il successo di un sito web. Nell'articolo consigli e tecniche che contribuiscono ad dare una UX positiva.

Studium Group srl
Viale del Commercio,
47 37135 Verona, Italy
P.I. 02333660237

Phone +39 045 87 61 700
Fax +39 045 67 66 383
studium@studium.it

Legal notes