Digital Marketing

Perché investire nel Local Search Marketing

Il Local Search Marketing permette alle aziende di avere più visibilità e raggiungere direttamente i propri clienti e prospect online.

Nell'articolo di oggi parliamo di local search marketing: cos’è, in quali situazioni è fondamentale, quali strumenti si possono utilizzare e come vanno utilizzati perché siano funzionali.

Partiamo, cos’è il local search marketing?

Già dalle parole stesse capiamo di cosa si tratta: una tattica di marketing basata sulle ricerche locali. Il local search marketing consiste quindi in tutte quelle tecniche, strategie e attività realizzate per rispondere alle ricerche che gli utenti effettuano in associazione ad un luogo specifico.

Qualche esempio? “Ristorante di pesce a Verona”, “negozio di articoli sportivi vicino a me”, “dentista a Torino”, “fiorista in centro a Milano”. Quindi ricerche molto specifiche, di prodotti o servizi ben determinati e in zone geografiche precise. Il local search marketing, principalmente, si basa sulla geolocalizzazione e sulla vicinanza.

Non solo, Google è sempre più in grado di riconoscere anche quelle query che non hanno specificato una città, un avverbio di luogo, ma che possono essere pienamente soddisfatte con risultati di tipo locale. Ad esempio “hotel 4 stelle”, “negozio di articoli per la casa”, sono ricerche precise, ma non dal punto di vista geografico;  in questo caso con la geolocalizzazione del dispositivo mobile o l’indirizzo IP, se la ricerca è effettuata da desktop, Google è in grado di fornire risultati di attività locali in grado di rispondere alla query posta dagli utenti.

Chi non può fare a meno del local search marketing?

Chiarito che gli aspetti cardine del local search marketing sono geolocalizzazione e vicinanza, a puntare su questa strategia devono essere attività locali, esercizi commerciali (ristoranti, negozi, studi professionali, attività ricettive) che hanno un forte impatto su un’area geografica ben specifica e delimitata. In particolare quelle attività che si trovano in zone molto frequentate, ad esempio centri urbani ed aree metropolitane, o zone di grande afflusso turistico.

Il ruolo del mobile

Se è vero che il local search marketing è relativo a tutte quelle ricerche effettuate su attività strettamente legate ad un luogo fisico, una considerazione fondamentale da fare a riguardo è: da dove arrivano queste ricerche?

La maggior parte, essendo effettuate nel momento preciso in cui si manifesta un bisogno, vengono effettuate da dispositivi mobile.

Diffusione, facilità di utilizzo, immediatezza giocano a favore di questi dispositivi. La maggior parte delle ricerche di local search vengono infatti effettuate da smartphone, il device mobile più diffuso. Provate a pensare a quante volte avete utilizzato lo smartphone per cercare l’indirizzo preciso di un negozio, di un ristorante o di quel locale che vi hanno consigliato finché eravate in vacanza!

Local Search e Mobile Search diventano quindi strettamente interconnessi. Per un rivenditore rappresenta un’occasione d’oro, quindi, essere trovato dagli utenti nel preciso momento in cui dimostrano una necessità ben definita.

È in questo frangente che entra in gioco la Local Search e tutti gli strumenti utili alla realizzazione di strategie di questo tipo.

Integrazione online ed offline

Dato che i potenziali clienti sono online, è lì che bisogna andare ad intercettarli. L’obiettivo del local search marketing non è aumentare le vendite online, ma attirare i clienti online e portarli presso il punto vendita fisico. Integrare mondo online e offline diventa quindi la priorità.

I benefici che attività di local search possono portare sono molti! I commercianti e imprenditori che vedono del potenziale in questa strategia, però, sono ancora pochi. Si tratta di piccoli imprenditori o piccole-medie imprese, che ripongono ancora poca fiducia verso strumenti di digital marketing, soprattutto perché visti come una perdita di tempo verso le altre svariate incombenze che un’attività commerciale comporta.

Ma si parla anche di grandi brand o aziende che hanno una rete di rivenditori, dealer, punti vendita fisici, ad esempio la GDO, che non curano, come invece sarebbe utile, la loro presenza local online.

Quindi, qualsiasi sia la tipologia di business o azienda, essere presente online con informazioni utili per gli utenti è un metodo estremamente efficace per attirare la loro attenzione ed incentivare le visite al punto vendita.

Le potenzialità di Google My Business

Tra gli strumenti che il web mette a disposizione per realizzare una strategia di local search, il più efficace è sicuramente Google My Business.

Google My Business permette di creare la scheda della propria attività, che viene automaticamente inserita sulle mappe virtuali di Google. Non solo, oltre ad identificare sulla mappa l’indirizzo preciso dell’attività, permette di inserire una serie di informazioni a corredo che possono tornare utili agli utenti: orari di apertura, numero di telefono, settore di attività e servizi offerti, foto del punto vendita e dei prodotti, sito web. Quest’ultimo non è un dato necessario per aprire la scheda MyBusiness, ma è un valore aggiunto e contribuisce a portare più traffico al sito e a dare uno strumento ulteriore ai propri clienti.

Un altro aspetto veramente interessante delle schede di Google My Business sono le recensioni. Qualsiasi persona o cliente ha la possibilità di scrivere online una recensione in merito ad una determinata attività commerciale presente su Google My Business. Non solo, ha la possibilità di aggiungere foto scattate presso il punto vendita stesso o dei prodotti acquistati. Per chi possiede un’attività commerciale questo è uno tra i vari benefici che può avere da una strategia di local search. Le recensioni create spontaneamente dai clienti sono pubblicità gratuita e disinteressata che va a favore  del business. Attenzione però, come si possono ricevere recensioni positive, è altrettanto vero che le recensioni negative sono sempre in agguato. Bisogna quindi gestire con costanza la propria pagina Google My Business per non incappare in situazioni spiacevoli che, invece, potrebbero screditare la vostra attività; ad esempio, se un cliente pubblica una recensione negativa, è sempre bene rispondere, adeguatamente, per trasmettere presenza e cura del cliente in qualsiasi circostanza. Le recensioni, insomma, sono un mezzo gratuito che offre moltissima visibilità, trust e fidelizzazione del proprio pubblico.

Se si aggiunge poi, che avendo in gestione la pagina Google My Business della propria attività si ha sempre la possibilità di aggiornare le relative informazioni come cambio di orari di apertura (ad esempio tra il periodo invernale ed estivo), cambio di indirizzo, nuove tipologie di prodotti/servizi venduti, le potenzialità di questo strumento sono veramente alte. Sono tutti dettagli che vanno a contribuire all'identità aziendale e alla percezione che si ottiene agli occhi del proprio pubblico.

Infine, l’abbiamo tenuto per ultimo ma forse è uno degli aspetti più rilevanti: le schede Google My Business occupano sempre un posto di rilievo nella serp di Google. Cosa significa questo? Che ogni qualvolta si effettua una ricerca sul più famoso motore di ricerca, se associata ad un luogo, i primi risultati saranno sempre le schede My Business. Un motivo decisamente convincente per iniziare ad investire in una strategia di local search marketing!


Loading Studium Group Site
Contattaci